Author: Brigata Cultura

Bottega Fagnola: una bottega artigiana nel XXI secolo

Le botteghe artigiane sono una realtà preziosa al giorno d’oggi: trasmettono saperi e valori antichi alle nuove generazioni. Quando poi lo fanno riuscendo a restare al passo con i tempi, aggiornando prodotti, servizi e anche la loro comunicazione verso il mondo esterno, i risultati sono ancora più positivi. La Bottega Fagnola ne è un perfetto esempio. Si occupa da più di sessant’anni di legatoria, cartotecnica e restauro per archivi e biblioteche a Torino e lo fa, ieri come oggi, con dedizione, cura ed entusiasmo. Sul sito internet e sui canali social, usati in modo efficacemente interessante, si definiscono “una grande famiglia, ispirata alle atmosfere delle antiche botteghe artigianali dove circolavano e venivano tramandati saperi secolari. Nel laboratorio di Torino, sotto la guida di Luciano e Paola, lavora uno staff di artigiani specializzati nei diversi ambiti.” Luciano e Paola, padre e figlia. Un mestiere che diventa il fil rouge che lega due generazioni alla stessa passione. Abbiamo intervistato Paola Fagnola per farci raccontare cosa significa lavorare al giorno d’oggi in una bottega artigianale. La passione per il tuo mestiere è …

Filippo De Pisis, fra pittura, musica e poesia al Museo Ettore Fico

Tra i primi musei torinesi a inaugurare in questo 2018, il Museo Ettore Fico dedica il suo spazio a un’imperdibile mostra su uno dei maggiori interpreti della pittura italiana di metà Novecento: Filippo De Pisis. Eclettico connoisseur fra pittura, musica e poesia. Con un percorso di circa 150 opere, l’esposizione, organizzata in collaborazione con l’Associazione per Filippo De Pisis, immerge fin dall’inizio lo spettatore nel mondo dell’artista. Sala dopo sala, incontriamo nuclei tematici e città, compagni di viaggio e passioni che hanno permesso a De Pisis di sviluppare una poetica personalissima, e che hanno disegnato il suo percorso artistico. Non si può non partire dalla sua città natale, Ferrara: qui il giovane De Pisis  esplora il centro e la campagna, con l’amata sorella Ernesta; raccoglie innumerevoli piante  e fiori da far seccare per il suo erbario, di cui troviamo alcune pagine, esposte a fianco dei suoi delicati dipinti di fiori; giovane storico dell’arte, osserva e studia i pittori del Rinascimento Ferrarese. Le influenze delle avanguardie europee guidano i suoi primi passi da pittore: il Dadaismo …

Tarocchi MEF

I Tarocchi e il “Viaggio dell’eroe” in mostra al Museo Ettore Fico

Chi, sentendo parlare di “Tarocchi” con orecchie profane, non ha mai pensato a quella misteriosa e affascinante arte che ha a che fare con la divinazione e l’occulto? Considerazione legittima… ma, in realtà, i Tarocchi non sono sempre stati questo e anche oggi non si può dire che siano solo questo. I Tarocchi sono comparsi per la prima volta in Europa sul finire del Trecento e oggi come allora si compongono di due gruppi di carte: gli Arcani maggiori (o cosiddetti Trionfi) formati da 22 carte figurate rappresentanti personaggi e princìpi morali emblematici del mondo sociale e culturale tardomedievale (ad esempio, l’Imperatore, il Papa e la Papessa, la Giustizia, l’Impiccato, e così via); e infine gli Arcani minori, formati da 56 carte numerali. Tra Medioevo e Rinascimento il gioco dei Tarocchi era in voga tra le corti italiane come alto momento ricreativo, che consisteva nell’impersonare i vari Arcani, a seconda della carta estratta; allo stesso modo, era ampiamente diffuso tra le classi popolari come gioco d’azzardo praticato nelle taverne e bettole di quartiere. Nel corso …

Evergreen

A Torino l’estate è Evergreen!

Nella meravigliosa cornice del Parco della Tesoriera, situato tra corso Francia e corso Monte Grappa, dall’anno scorso l’estate torinese è allietata da musiche, spettacoli, eventi e incontri letterari, offerti dall’Evergreen Fest, manifestazione a ingresso gratuito organizzata da Tedacà, dinamica e intraprendente associazione teatrale. Dopo il successo del 2016 con oltre 22 mila partecipanti, quest’anno Tedacà ha deciso di replicare l’appuntamento, coinvolgendo anche noi di Brigata Cultura! Dal 9 giugno al 23 luglio i torinesi (e non) potranno intrattenersi sotto la storica palazzina settecentesca situata in un delizioso parco che costituisce un’oasi di pace e bellezza all’interno dei confini cittadini. Lo spirito dell’Evergreen Fest in fondo è anche questo, creare un’atmosfera giovane e rilassata a contatto con la natura, offrendo la possibilità di scoprire o approfondire varie tematiche. Nello svolgersi delle 45 intensissime giornate dell’evento, si alterneranno infatti le proposte più diverse: dal Lindy Hop agli incontri con gli psicologi, dai corsi di trucco alla disco anni ’70-‘80, dai concerti jazz alle lezioni di yoga. L’intento è quello di coniugare l’intrattenimento teorico con quello pratico, grazie …

Matite, ritagli e fantasia. I laboratori di Brigata Cultura per i più piccini!

La Didattica è una delle nostre grandi passioni, fin da quando abbiamo iniziato a occuparci di attività culturali sul territorio qualche anno fa. Questo perché crediamo fortemente che la fruizione del nostro straordinario patrimonio culturale debba parlare molti linguaggi differenti: visite guidate per gli adulti, progetti scientifici approfonditi, eventi leggeri e coinvolgenti, comunicazione social e, ovviamente, anche attività didattiche per i più piccini. Imparare fin da piccoli a osservare, indagare, rielaborare attraverso la propria immaginazione ciò che di bello ci circonda equivale a costruirci un bagaglio di esperienze preziose che potremo poi continuare ad arricchire nel corso del tempo. Studiare gli antichi Egizi o la storia dell’Impero Romano sui banchi di scuola è un punto di partenza fondamentale, ma poter ammirare dal vivo le testimonianze conservate al Museo Egizio o al Museo Archeologico, giocare disegnando geroglifici, risolvendo quiz divertenti o inscenando buffe scenette con i personaggi del passato, sono tutti modi per lasciare dentro di noi una traccia indelebile di quello che si è letto nei libri e farne tesoro. Oltre ai laboratori nelle scuole e …

1910-1920: pittura futurista e non alla Fondazione Accorsi-Ometto  

Da qualche anno a questa parte la Fondazione Accorsi-Ometto, conosciuta per la sua ricchissima collezione di oggetti di arte decorativa appartenuti al più noto degli antiquari torinesi, riserva piacevolissime sorprese anche per quanto riguarda l’arte contemporanea. Dopo la fortunata esposizione dell’anno scorso dedicata al Divisionismo tra Torino e Milano, quest’anno il museo di via Po 55 ha voluto proseguire il percorso storico-artistico ripartendo da dove la narrazione si era interrotta: gli albori del futurismo. Nella ricchissima e coloratissima mostra intitolata Dal futurismo al Ritorno all’ordine, l’intento è quello di raccontare, attraverso più di 70 opere, il decennio 1910-1920 offrendo un panorama il più possibile esaustivo sugli stili e sulle tendenze che hanno caratterizzato questi anni. Il periodo in questione viene definito dal sottotitolo stesso come “cruciale”, in modo da sottolineare con forza la peculiarità di un momento storico in cui, abbandonata la pedissequa dipendenza dai modelli accademici, la ricerca espressiva individua soluzioni che possono già essere iscritte nella grande categoria dell’arte contemporanea. Tale percorso irrompe in maniera rombante con una sezione inziale dedicata al primo …

Il genio di Bruno Munari in mostra al Museo Ettore Fico

“Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare” (B. Munari) Tra le mostre imperdibili di questo 2017 figura senza alcun dubbio la nuova esposizione del Museo Ettore Fico, dedicata a Bruno Munari, genio indiscusso dell’arte e del design del XX secolo . “Bruno Munari, artista totale” presenta al pubblico una selezione di oltre 300 pezzi, che spaziano dalla prima produzione degli anni ’30 fino ad arrivare agli anni immediatamente precedenti la morte, avvenuta nel 1998. L’intenzione di provare a raccontare la complessa figura dell’artista trova una sua azzeccata esplicitazione nell’esposizione di opere che raccontano Munari in qualità di pittore, ma anche scultore, designer, grafico, pedagogista, scienziato. Noto membro del futurismo e fondatore nel 1948 del MAC (Movimento d’Arte Concreta), Bruno Munari risulta in realtà un artista difficilmente inquadrabile in una specifica corrente artistica. Questa sua poliedricità si rispecchia anche nella diversità di stimoli carpiti durante i suoi primi anni di lavoro, ben illustrati nelle opere del piano …

L’archeologia “nascosta” e tesori del Museo Diocesano di Torino

Quanti di voi sanno che qualche metro sotto Piazza San Giovanni, nel cuore di Torino, si cela un ambiente straordinario ricco di tesori preziosi? È il Museo Diocesano, e non è solo la collezione che espone a essere notevole, ma l’intero allestimento del grande spazio che lo ospita. Scendendo nella Chiesa Inferiore del Duomo di San Giovanni, si entra infatti in un luogo pieno di fascino inaspettato. Le luci soffuse svelano un impianto architettonico rinascimentale, che convive con gli importanti resti archeologici relativi alle antiche basiliche paleocristiane e al vicino Teatro Romano. Purtroppo quando si parla di Musei Diocesani si pensa spesso, con pregiudizio, a delle polverose esposizioni di oggetti d’arte sacra. Niente di più errato in questo caso. Il Museo Diocesano di Torino ospita una raccolta di opere artisticamente e storicamente davvero interessanti. Pitture, sculture, tessili e oreficerie ne costituiscono il prezioso patrimonio. L’agevole percorso tematico permette al visitatore di cogliere facilmente i riferimenti culturali al periodo storico e alla provenienza degli oggetti, nella maggior parte dei casi legati al territorio piemontese. Visitare il …

La didattica secondo Brigata Cultura

Uno degli obiettivi che noi di Brigata Cultura abbiamo sempre avuto fin dall’inizio delle nostre attività è quello di far sì che la nostra passione per il territorio, per la cultura e per l’arte non coinvolgesse soltanto i nostri affezionati visitatori over 18, ma entrasse nel cuore anche dei più piccini. Negli anni abbiamo così avuto il piacere di dialogare con decine di classi di differente ordine e grado, attraverso laboratori e visite guidate, riguardanti differenti aree tematiche. Il panorama torinese in tal senso si è rivelato ancora una volta ricco di opportunità di approfondimento: materie quali storia, educazione civica, educazione ambientale, interculturalità e, ovviamente, la nostra tanto amata storia dell’arte, hanno trovato stimolanti riscontri nelle collezioni pubbliche e private del territorio. Le attività organizzate spesso comprendono una o più giornate di laboratori in classe, durante le quali vengono introdotti i vari argomenti poi discussi insieme agli studenti attraverso giochi, quiz, disegni: tutto materiale preparato con cura appositamente  per coinvolgere al meglio bambini e ragazzi. Questi incontri si rivelano sorprendenti non solo per gli alunni, ma anche …

Luminarie ad Arte

Siamo solo a metà novembre, ma l’odore del Natale, qui a Torino, si respira già. A deciderlo è stata l’accensione della magica collezione di Luci d’artista che ogni anno, a ridosso della rinomata stagione autunnale dell’arte contemporanea, comincia a scaldare le strade e le piazze della città carburando i nostri cuori con l’atmosfera della festa. Bisogna dirlo, ogni volta, a partire dalla prima fortunata edizione del 1998, è una trepida attesa a domandarsi: “dove saranno posizionate le luci questa volta? Chissà se se n’è aggiunta qualcuna nuova?”… e le sorprese non mancano mai! Quest’anno se volessimo goderci un itinerario che ripercorra tutte le installazioni, potremmo partire da piazza Vittorio Veneto, uno degli angoli più belli e magicamente suggestivi del capoluogo piemontese, e volgere lo sguardo in alto, oltre il prospetto della Gran Madre, verso il monte dei Cappuccini. Da lassù si staglia l’antica chiesa di Santa Maria al Monte e tutt’attorno aleggiano, immersi e un po’ offuscati dai pallidi vapori del fiume, i piccoli cerchi di luce blu di Rebecca Horn (Piccoli spiriti blu), opera …